IGIENE AMBIENTALE E MEDICINA DEL LAVORO

Crediti: 
7
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Consentire agli studenti di conoscere e comprendere gli strumenti e la metodologia di base per elaborare ed utilizzare concretamente concetti propri e specifici della disciplina igienistica , della medicina del lavoro e della patologia clinica per la prevenzione di malattie infettive, cronico-degenerative, di patologie derivanti dall’ ambiente di lavoro, oltre che di valutare la propria attività professionale sotto il profilo normativo e giuridico
Lo studente inoltre, applicando le conoscenze e la comprensione acquisita, dovrà essere in grado, anche collaborando con altri professionisti, di:
-contribuire alla prevenzione delle complicanze infettive cui può andare incontro il paziente in carico alle strutture sanitarie
-evitare situazioni di rischio fisico legate all’attività professionale
-interpretare le principali analisi di laboratorio per una corretta indagine radiologica che richieda la somministrazione di mezzi di contrasto
- uniformare il proprio comportamento al rispetto delle norme di deontologia professionale

Contenuti dell'insegnamento

Lo studente al termine del corso, dovrà dimostrare conoscenze e capacità di comprensione circa:
Definizione di salute e determinanti di salute/malattia. Metodologia epidemiologica:le principali misure epidemiologiche, gli studi epidemiologici (descrittivi-analitici).I livelli della prevenzione e le applicazioni. L’ epidemiologia e la prevenzione generale delle malattie infettive. Prevenzione attraverso notifica, accertamento diagnostico, isolamento, disinfezione e antisepsi e asepsi. La gestione del rischio infettivo in ambito sanitario e le infezioni ospedaliere. Immunoprofilassi attiva e passiva, principali tipologie di vaccini. Strategie vaccinali. L’epidemiologia e la prevenzione generale delle malattie non infettive con particolare riferimento alla prevenzione secondaria e al concetto di screening. L’igiene ambientale con riferimento alla corretta gestione della risorsa idrica e conoscenza dei principali contaminanti ambientali. I fattori di rischio legati all’ambiente di lavoro e le malattie legate all’attività professionale: posture fisse prolungate; eziopatogenesi delle patologie regionali muscolo scheletriche: la movimentazione manuale dei carichi, le vibrazioni meccaniche.
La valutazione ed interpretazione clinica dei dati di laboratorio; la preparazione del paziente; il trattamento e conservazione dei materiali biologici; l’esame emocromocitometrico; l’emocoagulazione; il metabolismo dei carboidrati,lipidi e lipoproteine, proteine. Enzimi e diagnostica enzimatica;composti azotati derivanti dal catabolismo degli aminoacidi e delle purine.
Bilirubina e bilinogeni;oligoelementi;ormoni (ipofisi, tiroide, surrene, ovaio, testicolo)
I marcatori tumorali; esame delle urine.
Le nozioni elementari di diritto e l’ordinamento giudiziario. La causalità; la responsabilità penale e imputabilità La responsabilità civile; la responsabilità professionale. I delitti contro la vita e l'incolumità individuale
L’attività informativa:referto,denuncia; segreto professionale; il consenso.
Il codice deontologico.
Lo studente inoltre, applicando le conoscenze e la comprensione acquisita, dovrà essere in grado, anche collaborando con altri professionisti,di:
-contribuire alla prevenzione delle complicanze infettive cui può andare incontro il paziente in carico alle strutture sanitarie -evitare situazioni di rischio fisico legate all’attività professionale -interpretare le principali analisi di laboratorio per una corretta indagine radiologica che richieda la somministrazione di mezzi di contrasto
- uniformare il proprio comportamento al rispetto delle norme di deontologia professionale

Bibliografia

G. Federici: Medicina di laboratorio – McGraw – Hill (ultima edizione)
Barbuti, Fara, Giammamco et al. “IGIENE” terza edizione, Monduzzi Editore, 2011.
Compendio di Medicina Legale-Macchiarelli-Fedia
ED.Minerva Medica
Istituzioni di Medicina Legale-Piccini ED.Ambrosiana, Milano
Materiale fornito dal docente

Metodi didattici

Lezione frontale

Modalità verifica apprendimento

L’accertamento del raggiungimento degli obiettivi previsti dal corso prevede prove in itinere a quiz a risposta multipla. All’esame orale mediante domande riguardanti i contenuti del corso verrà accertato se lo studente ha raggiunto l’obiettivo della conoscenza e della comprensione dei contenuti e se è in grado di applicare le conoscenze acquisite.